Pubblicato da: abcbologna | marzo 5, 2015

Merola e i Sindaci del PD Bolognesi per la privatizzazione dell’acqua

Comunicato stampa Comitato Acqua Bene Comune Bologna

Merola e i Sindaci del PD Bolognesi per la privatizzazione dell’acqua. Vergognosa decisione presa nella sede del partito e non nei consigli comunali (che comunque dovranno decidere). Vogliono beffare i 479.947 cittadini che in provincia di Bologna hanno votato SI’ al referendum del 2011

Leggiamo dalla stampa che in una riunione di partito i sindaci del PD della provincia di Bologna avrebbero deciso di scendere al 35% nel possesso di azioni di HERA, il che significa la definitiva privatizzazione dell’acqua e dei servizi pubblici gestiti dalla multiutility.

Si tratta della stessa decisione presa dal governo Berlusconi nel 2009 ed abrogata dai referendum che videro la partecipazione di 27 milioni di persone in italia e quasi 479.947 in provincia di Bologna.

Un atto ostile alla democrazia di inaudita gravità, propiziato dalla legge di stabilità del governo Renzi.

La scelta del luogo dove prendere la decisione, che scavalca le assemblee elettive dei consigli comunali, dimostra una distanza siderale dal senso dello stato democratico e delle sue articolazioni elettive e democratiche.

Chiediamo a tutti i cittadini di contestare questa decisione e di premere sui loro sindaci per evitare questa decisione sciagurata.

Si può fare, infatti la decisione dovrà essere discussa e votata nei Consigli Comunali.

Facciamo appello a tutti i Consiglieri Comunali, perché facciano mancare i loro voti nei Consigli comunali, e rifiutino la svendita al mercato dell’acqua.

Il comitato Acqua bene comune di Bologna, si mobiliterà per difendere il risultato referendario ed il diritto umano all’acqua, fuori dalle logiche del mercato.

Chiede fin da ora che siano convocati Consigli comunali aperti ai cittadini.

E’ possibile già ora firmare la petizione on line contro questa manovra su:
https://www.change.org/p/virginio-merola-no-alle-privatizzazioni-dell-acqua-e-dei-servizi-pubblici-locali-2

Bologna, 5 marzo 2015

 

20150305 56 Nuova vendita di azioni HeraBraccio di ferro tra Merola e i sindaci

Annunci

Responses

  1. […] democrazia potranno riconoscere nelle decisioni di una politica che fino ad oggi ha colpevolmente disatteso il referendum di quattro anni fa votato da 479.947 cittadine e cittadini nella provincia di Bologna e che per questo è si espone all’accusa di […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: