Pubblicato da: rossellavigneri | maggio 10, 2011

I Comitati referendari incontrano i candidati alle elezioni amministrative di Bologna

Nell’ultima settimana di campagna elettorale i Comitati “2 Sì per l’Acqua bene Comune” e “Vota Sì per fermare il nucleare” portano al centro dell’attenzione dei candidati alle Amministrative di Bologna i quesiti referendari su cui i cittadini si esprimeranno il prossimo 12 e il 13 giugno. “Chiediamo ai candidati – l’appello congiunto dei portavoce Andrea Caselli (Comitato acqua) e Roberto Buonamici (Comitato nucleare) – di aderire alla campagna referendaria e di impegnarsi a spiegare ai cittadini l’importanza di andare alle urne, per contrastare i tentativi di oscuramento e depotenziamento dei quesiti messa in atto dal Governo nazionale”. “Il motivo di questo depistaggio – spiega Andrea Caselli –  deriva dalla consapevolezza che una larghissima maggioranza di cittadini andrà a votare e che il quorum sarà superato”.

Alla conferenza stampa erano presenti il candidato del centrosinistra, Virginio Merola, e quello del Movimento 5 Stelle, Massimo Bugani. Tra i candidati al Consiglio Comunale: Raffaele Salinari (capolista Sinistra per Bologna), Andrea Colombo (candidato PD) e Franco Grillini (capolista Italia Dei Valori). A questi si aggiungono i nomi di chi ha aderito nelle ultime settimane agli appelli lanciati dai due Comitati per chiedere il sostegno dei futuri amministratori ai referendum. Grandi assenti il candidato del centro destra, Manes Bernardini e i rappresentanti delle liste civiche, “a dimostrazione del fatto – osserva Andrea Caselli – che in città c’è un forte scollegamento tra i candidati del centro destra e i suoi elettori. Abbiamo visto infatti che il sostegno ai due referendum è assolutamente trasversale”.

A chi dovrà governare la città i Comitati chiedono di fare una scelta sul modello energetico da adottare e sulla gestione dei servizi pubblici che favorisca la partecipazione dei cittadini, degli utenti e dei lavoratori.  “Ho firmato e voterò per i 3 SI: contro il nucleare, per l’acqua pubblica e contro il legittimo impedimento” – risponde Virginio Merola, che concorda sulla necessità di fare informazione per  garantire la massima partecipazione dei cittadini al voto del 12 e 13 giugno. “Sostituire il petrolio con un’energia ancora più accentratrice e autoritaria com’è il nucleare – prosegue il candidato del centro sinistra – è una scelta sbagliata. I fatti ormai lo dimostrano: bisogna puntare sul risparmio energetico e sulle energie alternative e i comuni devono essere in prima fila per il sostegno di una politica ecologica, garantendo il controllo pubblico della comunità sul tema dell’acqua”.

Conferma il suo sostegno alla campagna referendaria anche il candidato del Movimento 5 Stelle Massimo Bugani  che critica le ambiguità del governo nazionale e apprezza che il PD si sia schierato contro il ricorso al nucleare. “Per quanto riguarda la questione dell’acqua – conclude – pensiamo che un Comune che perde la gestione dell’acqua è fallito”.

Nonostante i tentativi di far passare sotto silenzio i referendum, dunque, la campagna d’informazione e sensibilizzazione prosegue e per il successo dei Sì potranno giocare un importante ruolo i fuori sede che avranno la possibilità di votare a Bologna partecipando come rappresentanti di lista alle urne. Per poter aderire basta inserire i propri dati sul sito www.battiquorumbologna.it.  Al momento le iscrizioni hanno superato quota 600 ma i posti disponibili sono oltre 3.000.

Annunci

Responses

  1. avete pensato alla possibilità di volantinare davanti ai seggi durante queste elezioni?

  2. Una precisazione:ù
    il Pd che amministra i comuni che detengono quote in Sorgea Acqua, società COMPLETAMENTE pubblica, a Dicembre (con un anno di anticipo quindi) HA VOTATO A FAVORE DELLA PRIVATIZZAZIONE.
    A Crevalcore tutti i consiglieri del mega listone civico di sinistra hanno votato a favore.
    La privatizzazione è passata.
    E ora c’è chi fra questi consiglieri si fa vedere ai banchetti dell’acqua pubblica, ingannando i cittadini perlopiù ignari della decisione presa in consiglio.

    W la coerenza.

  3. ps
    Merola non sa neanche che i SI da votare sono 4
    Pensa mo come è informato.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: