Pubblicato da: marcotrotta | dicembre 2, 2010

3 Dicembre: Sciopero Generale CGIL di fronte ad Hera

Agli Organi di Informazione
Comunicato stampa Movimento Acqua Pubblica

Con i lavoratori di HERA contro le privatizzazioni, per il contratto

La mancata firma del contratto dei lavoratori del settore gas-acqua, dipende in larga misura dalla volontà delle associazioni imprenditoriali legate alle società di gestione dell’acqua (Federutility). Tentano di utilizzare i processi di privatizzazione scaricandone i costi oggi sui lavoratori e le lavoratrici, domani sui cittadini e sull’ambiente. Naturalmente i Comitati referendari per l’acqua pubblica sono a fianco dei lavoratori e invitano i militanti del movimento per l’acqua pubblica a sostenere la lotta contrattuale e lo sciopero indetto per VENERDI’ 3 Dicembre
Il Comitato per l’acqua pubblica di bologna sarà presente al presidio dei lavoratori in sciopero che si terrà Venerdì 3 Dicembre dalle ore 7.30 alle ore 10.00 davanti alla sede di Hera SPA in Viale Berti Pichat.
In questa occasione, come abbiamo già fatto nelle assemblee HERA promosse dalla CGIL, inviteremo i lavoratori di HERA ad una massiccia presenza alla Manifestazione Regionale per l’acqua Pubblica di Sabato 4 Dicembre.
Mai come oggi, la battaglia contro la privatizzazione dell’acqua è la battaglia dei lavoratori per il contratto, e dei cittadini per il diritto all’acqua e per la qualità dell’ambiente e del territorio.
Più investimenti, più diritti, blocco dei processi di privatizzazione dell’acqua, referendum nel 2011.

Per il comitato Rferendario di Bologna ed ER
Andrea Caselli


 

 

Filctem Cgil

A 11 MESI DALLA SCADENZA DEL CONTRATTO NAZIONALE

SCIOPERO NAZIONALE

DI TUTTI I LAVORATORI CON CONTRATTO GAS/ACQUA PER L’INTERA GIORNATA DI

VENERDI’ 3 DICEMBRE ‘10

Dalle ore 7,30 – Presidio davanti alla sede di HERA in Viale Carlo Berti Pichat

Le modalità dello sciopero per tutti i lavoratori (iscritti, non iscritti e iscritti ad altri Sindacati) delle Società del Gruppo HERA con Contratto di Settore Gas-Acqua saranno le seguenti:

  1. i lavoratori Giornalieri e Part-time sciopereranno astenendosi da ogni prestazione lavorativa per l’intera giornata;
  2. i lavoratori Turnisti addetti al Pronto intervento parteciperanno allo sciopero astenendosi da ogni prestazione lavorativa per l’intera giornata, eccetto il personale a garanzia dei cosiddetti “minimi di servizio” nelle quantità e solo per le attività previste nei giorni festivi (no lavori programmati);
  3. i lavoratori Reperibili di Reti e Impianti parteciperanno allo sciopero astenendosi da ogni prestazione lavorativa per l’intera giornata eccetto in caso di chiamata a seguito di emergenza.

Inoltre dal 3 dicembre c.a. al 23 gennaio 2011 compresi sono sospese tutte le prestazioni straordinarie programmate eccedenti il normale orario di lavoro e tutte le forme di collaborazione che esulano dalle mansioni normalmente eseguite.

Le ragioni di chi aderisce allo SCIOPERO:

PER un giusto aumento salariale che tenga conto del costo della vita:

NO a qualsiasi forma di differenziazione salariale fra i lavoratori del comparto Acqua e quello del Gas. Le controparti aziendali di fatto vogliono imporre una moratoria per tutto l’anno 2010 trascorso e vogliono riconoscere un’elemosina per il 2011, in particolare ai lavoratori che operano su impianti e reti dell’acqua.

Infatti sono largamente insufficienti le proposte finora avanzate dalle controparti che a fronte dei 3.440,00 euro di aumento economico complessivo nel triennio 2010-2012 ottenuti per l’area industria gas del contratto Energia e Petrolio, offrono solo 2.300 euro lordi per il Gas e 2.000 euro per l’acqua di montante nel triennio, il più basso livello fra i contratti già rinnovati.

PER non abbassare l’indennità di Reperibilità:

Su questo tema le aziende propongono un livello retributivo molto più basso di quanto oggi percepito dai reperibili di HERA ed una regolamentazione normativa peggiorativa.

La Filctem, viceversa, ribadisce l’esigenza di aumentare l’indennità di reperibilità a prestazione sui riferimenti economici oggi applicati.

PER la “Clausola sociale”:

Deve essere garantito il posto di lavoro a tutti i dipendenti dell’azienda a seguito dei prossimi bandi di gara del servizio GAS;

PER migliorare il Welfare contrattuale:

deve essere aumentato, al pari di quanto avvenuto negli altri contratti della categoria, il contributo da parte aziendale ai Fondi pensionistici integrativi complementari. Contestualmente dovrà rendersi disponibile per tutti i lavoratori la possibilità di iscrizione al già esistente Fondo di assistenza sanitaria integrativa (FASIE);

PER arricchire il Sistema Classificatorio:

I nuovi profili caratteristici delle professionalità’ del settore, devono definire l’articolo del nuovo CCNL. Inoltre è necessario che la ‘categoria 3+’, nata sperimentalmente nello scorso rinnovo contrattuale, venga inserita nella scala parametrale e diventi profilo professionale a tutti gli effetti. La posizione totalmente ostile da parte delle imprese su queste richieste dovrà quindi essere superata;

PER la stabilizzazione ed il consolidamento occupazionale:

Il nuovo CCNL dovrà contenere norme esigibili mirate alla trasformazione dei contratti di lavoro precari in contratti a tempo indeterminato.

I torti di chi non aderisce allo SCIOPERO:

NON COMPRENDE che esistono interessi economici e diritti comuni a tutti i lavoratori e che è dovere agire uniti;

E’ INDIFFERENTE alla continua perdita del potere d’acquisto del proprio salario;

NON COMPRENDE il valore della “Clausola sociale” come garanzia del posto di lavoro

NON VALORIZZA l’opportunità di incrementare la Previdenza integrativa;

E’ INDIFFERENTE agli effetti della legge sulla privatizzazione dell’ACQUA, bene comune, e dei servizi pubblici locali;

SUBISCE PASSIVAMENTE le decisioni e le iniziative altrui (manager delle aziende o dirigenti sindacali che siano);

E SOPRATTUTTO E’ INDIFFERENTE ai processi di precarizzazione dei rapporti di lavoro anche in HERA (non pensano ai propri figli né al futuro dei giovani).

FAI ANCHE TU LA SCELTA GIUSTA, ADERISCI ALLO SCIOPERO!

“… i lavoratori si riuniscono allo scopo di difendere gli interessi della loro categoria”.
(definizione di Sindacato tratta da
Wikipedia).
Scarica il volantino Sciopero Venerdì 3 Dicembre 2010

Annunci

Responses

  1. […] il comunicato del Comitato Acqua Bene Comune con il volantino dei lavoratori e l’intervento di Marco […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: